top of page

Fioriture e paesaggi sul Monte Calvi

Il Monte Calvi è il rilievo più elevato della provincia di Livorno continentale. Oggi raggiungeremo la sua vetta panoramica esplorando prima il bellissimo contado di Suvereto poi inerpicandosi tra i boschi e sentieri di vetta, in una giornata che già al nostro punto di ritrovo si presenta meravigliosa, con il sole che splende nel cielo. 


Nei primi di maggio l’area naturalistica che oggi esploriamo offre fioriture di rara bellezza e muovendo i primi passi nella campagna già ce ne rendiamo conto. 


Gladioli, pervinche, barbe di becco, e appena saliti di quota le prime orchidee, ci accompagnano la nostra esplorazione.  Alcune di queste ultime sono rare e particolarmente colorate, come l’apifera o l’orchidea farfalla. 

L’escursione in alcuni tratti è tosta, ma la fatica e ben ripagata dai panorami che pian piano si aprono salendo di quota. Arrivati in vetta la vista è meravigliosa. 

Dall’argentario, all’isola d’Elba, dal Promontorio di Baratti a San Vincenzo fino ad arrivare ai monti livornesi e alla costa del Romito. 


Un fresco vento di mare soffia in vetta e qua ci sistemiamo per rifocillarci. 


Riprendiamo a camminare dopo una pausa relax e subito il sentiero ci fa scendere rapidamente di quota. In questo versante del monte continuano, colorate, le fioriture tra narcisi montani e orchidee. Ne troviamo una particolarmente rara, l’orchidea scimmia. Meravigliosa. 

Dopo un tratto molto ripido di discesa ritorniamo nella colorata campagna di Suvereto, su strade rurali. 

Un ultimo sentiero decisamente “selvatico” ci porta ai ruderi della chiesa dell’Annunziata, bellissimo esempio di edificio di culto in stile romanico, purtroppo lasciato in abbandono da troppo tempo.  


Dopo alcuni saliscendi torniamo al punto di partenza e ci rilassiamo godendoci il meritato relax al bar/ristorante della piccola frazione di Prata.


Ecco tutte le foto:




Comments


Iscriviti alla newsletter

Sono interessat@ a:
bottom of page