top of page

A piedi, tra Saline e Volterra

Dopo tante giornate di meteo incerto e variabile oggi il sole è già alto nel cielo pronto ad accompagnarci in questo trekking, alla scoperta della vecchia ferrovia a cremagliera che un tempo collegava Saline a Volterra.


Partiamo subito seguendo il tracciato iniziale della ferrovia dismessa. In questo tratto e per circa duecento metri sono ancora presenti rotaie e traversine originali (alcune di quest' ultime in ferro).

Il tratto ferroviario era lungo otto chilometri e mezzo e per quasi la metà del percorso presentava una pendenza in ascesa medio bassa, dove la locomotiva a vapore poteva muoversi a una velocità di 40Km/h. Anche la camminata in questo primo tratto è piacevole e molto panoramica. Già dopo pochi chilometri i bellissimi paesaggi delle colline volterrane si aprono davanti a noi, con la città etrusca già ben visibile all’orizzonte meta di questa prima parte di giornata.

Incontriamo due delle quattro case cantoniere presenti sul percorso; oggi ridotte a ruderi, un tempo ospitavano le famiglie dei cantonieri addetti alla manutenzione della ferrovia.

La ferrovia è stata inaugurata nel settembre del 1912 e per quarantasei anni ha collegato Saline e Volterra. Il viaggio durava circa 40 minuti, meno della metà del tempo che una corriera impegnava a percorrerlo su strada. Un gran vantaggio in termini di tempo!



Cominciamo a salire nel secondo tratto del percorso, la pendenza aumenta e la salita diventa più impegnativa. Questo era il tratto in cui la locomotiva utilizzava la cremagliera per l’ascesa e la velocità di crociera diminuiva fino a un massimo di 15Km/h

Vediamo i rilievi delle colline metallifere a sud, Le Cornate, Rocca Sillana verso la Val di Cecina. L’ascesa continua costante, siamo quasi arrivati. Facciamo una deviazione per evitare l’ultimo tratto del tracciato, alcuni alberi caduti infatti impediscono l’arrivo a Volterra dal percorso originale.

Arriviamo alla stazione in tarda mattinata, l’edificio presenta ancora le scritte originali indicanti il nome della città e oggi è sede della società che gestisce il trasporto dei bus in Toscana.

Dopo la foto “di rito” raggiungiamo il centro storico di Volterra e ci rilassiamo nel parco cittadino, godendo del bellissimo sole ancora alto in cielo.


Dopo la pausa ci rimettiamo in cammino. Attraversiamo la città passando da piazza dei Priori fino a scendere dalla stupenda porta Etrusca.

Lasciamo Volterra scendendo da sentieri e strade di campagna che ci portano a scoprire un versante diverso rispetto a quello fatto in mattinata. I paesaggi sono bellissimi, le morbide colline con i primi germogli verdi delle graminacee si aprono verso la Val D'era.

Non potevamo chiedere una giornata migliore per godere di questi paesaggi.

Risaliamo un tratto collinare dopo aver attraversato un piccolo torrente e dopo una rapida discesa riprendiamo il percorso della ferrovia.

Ultimi chilometri in leggera discesa e siamo di ritorno a Saline!

Ecco tutte le foto:



留言


Iscriviti alla newsletter

Sono interessat@ a:
bottom of page